Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
11 febbraio 2012 6 11 /02 /febbraio /2012 10:21

Nel lontano 1839, andava in scena a Milano, la prima fatica operistica del giovane compositore parmense Giuseppe Verdi, iniziando così, una nuova era nel mondo operistico

Il Cigno di Busseto, iniziava così la sua carriera artistica, destinata a segnare il mondo del melodramma in modo assolutamente diverso dai tempi passati...

Chi avrebbe mai immaginato che quel giovane suonatore di spinetta, con i suoi pentagrammi melodici tetarali, sarebbe diventato il banco di prova ed il trampolino di lancio per la carriera dei più famosi cantanti lirici da allora ad oggi ?

Forse ci aveva creduto il Barezzi, suo futuro suocero e, ancor più gli editori Lucca e Ricordi, vedendo che i loro spartiti venivano stampati sempre di più, per la delizia dei musicisti di allora...

Già nel coro dell' Oberto conte di san Bonifacio, si intuiva quel fremito audace e popolare che avrebbe infiammato tutto il mondo musicale nel risorgimento ed anche dopo...

Immagine (611)

Immagine (219)


 Dalla collezione musica e spartiti Carlo lamberti




Condividi post

Repost0

commenti